Tetti verdi




Da decenni la Bioarchitettura promuove l’adozione di tetti verdi nella realizzazione di case a limitato impatto ambientale.

L’utilizzo di coperture verdi e di giardini pensili si ritrova già fin dagli albori della storia dell’uomo ed è oggi fortemente sostenuto dai principali modelli di edilizia sostenibile perché contribuisce alla riduzione del fabbisogno energetico degli edifici, diminuisce le emissioni legate all’effetto serra ed apporta numerosi altri vantaggi sia ambientali che economici quali:

  • volano idraulico – assorbimento dell’acqua piovana e successivo lento rilascio (diminuzione rischi di tracimazioni);
  • filtrazione dell’acqua piovana;
  • volano termico con miglioramento del comfort abitativo;
  • riduzione degli effetti dell’”isola di calore”:
  • miglioramento delle caratteristiche di isolamento termico dell’edificio;
  • creazione di ulteriori spazi utilizzabili;
  • produzione di ossigeno e diminuzione della CO2 tramite la fotosintesi;
  • assorbimento di polveri sottili legate all’inquinamento urbano;
  • raffrescamento delle superfici coperte con l’evaporazione del vapore acqueo
  • buon potere fonoassorbente.

Scarica il pdf di presentazione

GBC ITALIA e la certificazione LEED

GIARDINERIA S.r.l. è associata a GBC Italia (Green Building Council) - associazione senza scopo di lucro – che ha il compito di favorire e accelerare la diffusione di una cultura dell'edilizia sostenibile, guidando la trasformazione del mercato. GBC Italia adatta alla realtà italiana e promuove il sistema di certificazione indipendente LEED® – Leadership in Energy and Environmental Design – i cui parametri stabiliscono precisi criteri di progettazione e realizzazione di edifici salubri, energeticamente efficienti e a impatto ambientale contenuto.
Gli standard LEED (Leadership in Energy and Environmental Design) sono parametri per l’edilizia sostenibile, sviluppati negli Stati Uniti e rapidamente diffusisi in buona parte del mondo, che identificano dei macro-requisiti per costruire edifici eco-compatibili. Si tratta di fatto di un sistema di punteggi – attraverso somma di crediti - e di successiva classificazione applicabile ad “edifici verdi”.

La certificazione LEED® degli edifici si basa su una struttura di crediti che comprende sette aree tematiche:
  • Sostenibilità del sito
  • Efficienza nell’uso delle risorse idriche
  • Energia e atmosfera
  • Materiali e risorse
  • Qualità ambientale interna
  • Innovazione nella progettazione
  • Priorità regionale

Il tetto verde ed i crediti LEED

L’utilizzo di tetti verdi e giardini pensili nella realizzazione/ristrutturazione degli edifici consente di accedere a diversi crediti previsti negli specifici modelli applicabili. Per quanto riguarda il regolamento LEED®, i tetti verdi consentono l’accesso ai seguenti crediti:

Sostenibilità del sito – Credito 5.1: Sviluppo del Sito: Proteggere e Ripristinare l'Habitat
Tetto verde con materiali e sistemi inerbiti con vegetazione locale, evitando la monocoltura e privilegiando la biodiversita, di minima manutenzione ed irrigazione, che non richieda l’uso di fertilizzanti, pesticidi ed erbicidi.

Sostenibilità del sito – Credito 6.1: Acque Meteoriche: Controllo della Qualità
Controllo della quantità dell’acqua piovana con coperture a verde e pavimentazioni permeabili, prevedendone la raccolta per usi non potabili (acque grigie).

Sostenibilità del sito – Credito 6.1: Acque Meteoriche: Controllo della Qualità
Controllo della qualità dell’acqua piovana con coperture a verde e raccolta in vasche di fitodepurazione.

Sostenibilità del sito – Credito 7.1: Effetto Isola di Calore: Superfici Esterne
Riduzione degli effetti delle isole di calore delle coperture delle aree di parcheggio con coperture a verde.

Sostenibilità del sito – Credito 7.1: Effetto Isola di Calore: Coperture
Riduzione degli effetti delle isole di calore delle coperture degli edifici con giardino pensile estensivo o intensivo.


scarica la versione PDF